III Assemblea Delegazione America Latina

Messaggio dell'Assemblea

23 - 29 luglio 2018 - Carapungo ‐ Quito

 

Carissime sorelle.

Vi raggiungiamo per condividere con semplicità l'esperienza vissuta in questi giorni di Assemblea.

Ci siamo sentite inviate personalmente e comunitariamente, e siamo arrivate cariche di tanti pensieri e sentimenti, forse anche di paure, di dubbi o di preoccupazioni, ma, in fondo in fondo, con tanta speranza.

Dentro questa terra dell'America Latina, ci sentiamo parte di una storia che non possiamo fare a meno di guardare con gli occhi di "Donne di misericordia". Non possiamo fare a meno di sentirci "amate e chiamate" da un Dio che si rivela attraverso l'amore e l'affetto della nostra gente che, giorno dopo giorno, cammina con noi.

E ci siamo sentite graziate perché lo sguardo del Signore si è posato su di noi e ci chiama ad essere tralci vivi uniti alla vite.

Siamo "Samaritane" di chi è stato depredato della vita, di chi è stato abbandonato sul ciglio della strada, chiamate a scommettere sull'uomo che è vivo, anche se sembra morto, sentendo viva l'espressione della nostra Beata Madre: "... sono mie creature!"

In comunione con l'intera famiglia elisabettina, ci mettiamo in cammino per generare qualcosa di nuovo, risignificando la nostra presenza in America Latina.

Spinte dal carisma, vogliamo continuare a rendere visibile il Volto di misericordia di Gesù in questa terra. Siamo certe che Madre Elisabetta ci accompagna, così come lo stanno facendo anche tutte le sorelle elisabettine nel mondo con la loro preghiera e vicinanza fraterna.

Con un cuore grato per tutto ciò che abbiamo vissuto, torniamo alle nostre fraternità, confidando nella presenza amorevole del Viticoltore e impegnandoci ad essere tralci fecondi lungo il cammino che ci attende.

Fraternamente

Suore Francescane Elisabettine dell'America Latina

23 - 29 luglio 2018 - Carapungo ‐ Quito

 
Segnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente